Arrestato pedofilo a Loreto (AN) adescava bambini sulla rete

C’è ancora il massimo riserbo sulla questione ma i carabinieri oggi hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal tribunale e , dopo averlo rintracciato a casa sua, hanno arrestato un insospettabile operaio di Loreto di 46 anni con l’accusa di violenza sessuale continuata. Le vittime sarebbero due minorenni, una bambina di 11 e un ragazzino di 12 anni, suoi vicini di casa. Gli episodi sotto la lente degli inquirenti risalgono al 27 ottobre e del 28 novembre scorso. L’orco adescava i due minori tramite chat. All’atto dell’arresto, l’uomo ha confessato ai carabinieri di essere un “malato pedofilo”, consegnando spontaneamente il proprio telefonino su cui sono impresse le registrazioni delle chiacchierate che lo inchioderebbero. Sono in corso le indagini per ricostruire ulteriori contatti e atti simili posti in essere dall’operaio. (Il Resto del Carlino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *