California, possibile crollo diga, evacuate almeno 130.000 persone

Ore di paura nella notte della Californiana. L’incubo si chiama Oroville, una diga che improvvisamente si è trasformata in una potenziale bomba. Le autorita’ dello Stato hanno ordinato l’evacuazione di migliaia di persone nel nord della California a causa dei gravi danni a un canale di scarico , danni che -se non si trovera’ una soluzione- potrebbero causare un’inondazione delle zone circostanti il lago.     “Non e’ un’esercitazione. Ripetiamo: non e’ un’esercitazione”, ha avvertito il Servizio metereologico nazionale, invitando le persone che vivono al di sotto della diga, almeno 130mila secondo la stampa Usa ma qualcuno parla di oltre 180mila, a lasciare la zona e mettersi al sicuro in localita’ piu’ alte. E’ danneggiato un canale ausiliare di scarico della diga, che e’ situata a circa 250 chilometri a nord-est di San Francisco, e questo potrebbe causare “una liberazione non controllata” delle acque del lago di Oroville.   Strade bloccate dalle auto in fuga La rete stradale è bloccata in queste ore da migliaia di vetture che cercano di lasciare la zona in seguito all’ordine di evacuazione emesso dalle autoritaà. Il governatore della California, Jerry Brown, ha ordinato di potenziare le operazioni di emergenza per mettere la diga in sicurezza ed agevolare l’evacuazione dei residenti. (Tratto da RaiNews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *